Il Fondo

Sui circa 115 milioni di euro totali di dotazione, il Fondo per il Piccolo Credito riserva una quota di 51,6 milioni alle imprese la cui attività d’impresa è stata danneggiata dall’emergenza COVID-19.

Destinatari

Micro, Piccole e Medie Imprese, inclusi Liberi Professionisti, Consorzi e Reti di Imprese aventi soggettività giuridica che

  • abbiano fino a nove dipendenti (ULA 2019);
  • siano costituite entro la data dell’8 marzo 2020;

I Destinatari al momento della presentazione della domanda devono:
– essere iscritte al Registro delle Imprese
– avere Sede Operativa nel territorio del Lazio
– ovvero, nel caso dei Liberi Professionisti, essere titolari di partita IVA attiva e avere Domicilio
Fiscale nel Lazio
– avere una esposizione complessiva limitata ad euro 100.000 nei confronti del sistema bancario sui
crediti per cassa a scadenza, rilevabile dalla Centrale dei Rischi Banca d’Italia, riferita all’attività di impresa.

I Destinatari, alla data di presentazione della domanda, devono attestare tutti i requisiti mediante dichiarazione autocertificata ai sensi dell’art. 47 del DPR 445/2000 e in particolare devono dichiarare:

  • di aver subito danni a causa dell’emergenza COVID-19, per effetto della sospensione o della riduzione dell’attività;
  • di avere un fabbisogno di liquidità pari ad almeno euro 10.000 in conseguenza dei danni subiti.

Inoltre, con riferimento al 31 dicembre 2019:

  • di non presentare sofferenze e/o sconfinamenti in Centrale dei Rischi Banca d’Italia;
  • non aver subito nell’ultimo anno la revoca per inadempimento di finanziamenti e/o affidamenti
    bancari
  • non essere oggetto di protesti e/o di iscrizioni e/o trascrizioni pregiudizievoli, con esclusione di
    quelle volontariamente concesse

Non è necessario allegare alla domanda i bilanci né i dati contabili.

 

Natura del finanziamento

L’agevolazione consiste in un finanziamento a tasso zero a copertura delle esigenze di liquidità derivanti dall’emergenza Covid-19 con le seguenti caratteristiche:
– importo: 10.000 euro
– durata minima: 12 mesi
– durata massima: 60 mesi
– preammortamento solo per finanziamenti di durata superiore a 24 mesi
– durata preammortamento massimo 12 mesi
– rimborso a rata mensile costante posticipata

 

Essendo i finanziamenti destinati a copertura di esigenze di liquidità, non è richiesta alcuna documentazione relativa alle spese sostenute con le somme erogate.

Parla con noi!
Invia con WhatsApp